Fare il fabbro in una grande città: cosa serve per avere successo

0
1

Al giorno d’oggi, sia nei piccoli contesti urbani sia nelle grandi città, si sta assistendo alla riscoperta di mestieri come il fabbro. A decretare il successo dei professionisti che lo esercitano ci pensano diversi fattori. Da un lato ha contribuito la crisi, dall’altro, invece, hanno un ruolo le tecnologie smart home, che hanno fatto crescere la necessità di profili professionali in grado di gestire situazioni come la rottura di una tapparella che si comanda tramite smartphone.

Come poco fa ricordato, stiamo parlando di esigenze molto frequenti in grandi contesti urbani. A questo punto, è naturale chiedersi quali siano i “ferri del mestiere” necessari per avere successo in tali situazioni. Vediamo assieme i principali.

Indice dei contenuti

Tempestività

Le esigenze dei clienti che si rivolgono a un fabbro in una grande città vedono in primo piano la tempestività. Immagina un attimo la scena di chi si trova ad avere a che fare con una chiave rotta nella serratura e tira fuori lo smartphone per trovare sui motori di ricerca un fabbro Milano centro.

In questi frangenti, il cliente che chiama un numero si aspetta una risposta rapida e un altrettanto veloce riferimento per l’orario. Alla luce di ciò, se si ha intenzione di intraprendere la professione del fabbro in una grande città è bene organizzarsi. Questo vuol dire, per esempio, farsi trovare pronti ad assoldare dei collaboratori per far fronte a tutte le richieste a prescindere dalla zona da cui arrivano.

Eccellenza tecnica

Quando si parla di fabbri serraturisti nelle grandi città, è necessario chiamare in causa l’altissimo livello di concorrenza. Per spiccare rispetto ai propri competitors, bisogna considerare la necessità di raggiungere vette tecniche eccellenti. Vietato sedersi sul fatto che tanto c’è mercato e in qualche modo si viene chiamati. Se non si cura nel dettaglio ogni singolo lavoro, le recensioni poco positive fanno in fretta a fare il giro del web.

L’importanza della presenza online

Chi vuole fare il fabbro nel 2020 in grandi città come Milano, non può prescindere dalla visibilità sul web. Se si incontra un bravo fabbro si conserva il suo biglietto da visita nel portafoglio, questo è vero, ma prima di acquisire il suo contatto bisogna essere consapevoli della sua esistenza. Come riuscirci se non tramite una ricerca online? Le basi per chi vuole essere trovato sono senza dubbio la geolocalizzazione sulle mappe e la presenza del numero di telefono. Partendo da qui si può poi proseguire con la creazione di un sito e di pagine social. Per quanto riguarda queste ultime, non dimentichiamo che sono fondamentali per raccogliere le recensioni.

Parlare di questo aspetto non vuol dire che chi fa il fabbro debba mettersi da un giorno all’altro a studiare argomenti non inerenti la sua professione. Conoscere i fondamenti del web marketing è però utile, così da sapere come muoversi anche per quanto riguarda la scelta dei professionisti a cui affidarsi.

Conclusioni

Il discorso fatto fino ad ora riguarda anche i fabbri forgiatori. La presenza di questi professionisti è oggettivamente meno frequente nelle grandi città, ma è comunque possibile trovarli, magari in zone periferiche dove il tessuto urbano incontra le aree rurali e dove si possono trovare altri laboratori artigianali.

Negli ultimi anni, complice la rinascita dei quartieri centrali di diverse città anche grandi (basti pensare alla zona dei Navigli a Milano), non è raro trovare le loro officine anche in zone diverse dalla periferia. In tutti questi casi, rispondere in maniera tempestiva, creativa e tecnicamente eccelsa alle richieste dei clienti è fondamentale per avere successo, così da riuscire a distinguersi come artigiani di valore in un mondo che, per fortuna, sta riscoprendo l’importanza dei lavori manuali.

CONDIVIDI
Articolo precedenteCome prepararsi al trasloco

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here