Zona lavanderia: come scegliere la lavatrice giusta

0
2

Uno degli elettrodomestici presenti in tutte le case, oltre al frigorifero e al piano cottura, è sicuramente la lavatrice. Realizzata per la prima volta nel 1860, a manovella e di legno, la lavatrice arriva in Italia nel 1946 grazie a Peppino Fumagalli, che costruì il primo modello italiano di lavabiancheria moderna.

Indispensabile per ogni casalinga, la lavatrice è oggi considerata un’invenzione ingegnosa che ha liberato le donne dalla fatica dei lavori domestici.

Indice dei contenuti

Come arredare la lavanderia

Una delle zone più importanti della casa è la zona lavanderia, il locale dove si lavano, stendono e stirano i panni. Avere una lavanderia significa avere più spazio in bagno e la casa più ordinata. Perché la lavanderia sia veramente pratica, funzionale e ben organizzata è importante che siano presenti determinati elementi.

Primi fra tutti la lavatrice e l’asciugatrice, che, in base allo spazio a disposizione, possono essere messe l’una accanto all’altra o l’una sull’altra. Indispensabili sono anche un lavabo in ceramica per lavare a mano i panni più delicati, un cesto per la biancheria sporca e uno per quella lavata e asciutta, mobili e scaffali per riporre detersivi e accessori vari. Potete anche mettere uno stendibiancheria dove lasciare i panni ad asciugare (soprattutto in inverno), se non avete l’asciugatrice, un asse e un ferro da stiro.

Se in casa non avete una stanza da adibire alla zona lavanderia, la si può ricavare in pochi metri, anche in bagno, nel disimpegno o in cucina, magari nascosta da una parete in cartongesso o chiusa in un armadio.

Consigli per scegliere la lavatrice giusta

Protagonista assoluta della zona lavanderia è ovviamente la lavatrice. La scelta della lavatrice deve basarsi su criteri e caratteristiche ben precise.

  1. Carica frontale o carica dall’alto? Vi consigliamo di scegliere il primo modello, che è quello standard e il più venduto, se lo dovete “nascondere” all’interno di un mobile, oppure se non volete spendere molto, perché sono i modelli più economici e spesso in offerta. La lavatrice a carica dall’alto è ideale sia per persone anziane, che fanno fatica a piegarsi per introdurre e estrarre i panni, sia per coloro che hanno poco spazio.
  2. Capienza. Se la vostra è una famiglia media (4-6 persone) potete scegliere le lavatrici da 8 kg; se siete single o in coppia andranno bene anche quelle da 5 kg. Se invece avete necessità di lavare capi ingombranti, come cuscini e piumoni, preferite quelle da 10-12 kg. Ricordate però che le lavatrici più capienti sono, più costeranno.
  3. Numero dei giri della centrifuga. La maggior partedei modelli in vendita hanno 800, 1000 e 1200 giri, pochi sono invece quelli da 1400 e 1600 giri. Per un lavaggio e un risciacquo efficienti sono sufficienti le lavatrici da 1000 giri. Vi suggeriamo comunque di optare per i modelli che permettono di regolare la velocità di centrifuga e di evitare quelli con meno di 800 giri.
  4. Risparmio energetico. Per essere sicuri di contenere i consumi, preferite sempre le lavatrici appartenenti alla classe energetica A+++ per il lavaggio e A per la centrifuga. Per risparmiare ulteriormente, consigliamo di fare lavaggi non superiori ai 40°.

Altri criteri da considerare sono la rumorosità, la presenza di sistemi di sicurezza e di funzioni extra (partenza ritardata, programmi per lavaggi brevi e a basse temperature).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here